Tutta questione di diga.

Uno strumento tanto semplice da sembrare banale che si rivela un presidio chiave per il successo della terapia.


Introdotto nella pratica clinica a metà dell’ottocento, la diga di gomma, come descrive il nome, ha lo scopo di isolare l’elemento da trattare dal resto del cavo orale.
Tra i vantaggi ricordiamo:

  • la comodità per l’operatore e per il paziente che può deglutire autonomamente;
  • l’isolamento del campo che promuove un intervento a rischio di contaminazione ridotta;
  • la salvaguardia del tratto orofaringeo dalla caduta accidentale di strumenti operatori;
  • Un minor tasso di umidità che promuove un incremento in termini di adesione nei trattamenti di conservativa con materiale composito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...